Proteggiamo l’oceano profondo!

CAMPAGNE1

L’avvenire degli abissi e’ nelle nostre mani! BISOGNA AGIRE ORA!

 

ALLARME ABISSI

Il 2013 è un anno cruciale per la protezione degli oceani profondi: la Commissione europea ha proposto il bando per la pesca profonda, un metodo di pesca descritto dai ricercatori, come « il più distruttivo della storia »: vaste reti catturano indiscriminatamente tutti gli animali selvatici fondale fino 1800 m di profondità e distruggono ecosistemi antichi e specie vulnerabili, alcune delle quali in via di estinzione .

In Francia , dieci imbarcazioni sono coinvolte in questa tecnica di pesca. Sei di queste appartengono alla flotta Intermarche’ ( una catena di supermercati francese) . Nonostante i milioni di euro di aiuti pubblici che hanno ricevuto, queste flotte industriali sono in netto deficit. La pesca in acque profonde è un « buco » nero per i fondi pubblici , non esisterebbe senza il supporto delle nostre tasse.

Le lobby della pesca industrial esercitano una pressione sugli stati europei e I membri del Parlamento europeo per evitare tale metodo di pesca venga vietato, nonostante sia chiaramente un modello economico appartenente al passato, poco efficace e dipendente da aiuti di Stato. Le lobby si basano in parte sulla Francia per bloccare la legislazione europea.

Una Mobilitazione pubblica può sconfiggere il potere dei lobbisti dell’industria: aiutaci a eliminare questo metodo di pesca distruttivo e ottenere i rappresentanti del popolo trovino la loro dignità e ambizione in linea con il loro ruolo e che ricevano chiare direttive dal presidente della repubblica francese.

FIRMA per porre fine a questo fallimento economico ed ecologico

Proteggiamo l’oceano profondo

899 495 Firme
Obbiettivo: 1 000 000

Al presidente della Repubblica francese , François Hollande

« Noi, cittadini francesi e del mondo , Le chiediamo urgentemente di sostenere la proposta europea di vietare la pesca in acque profonde, che è considerata uno dei metodi di pesca più distruttivi della storia . Questa attività deficitaria, non remunerativa e sovvenzionata con aiuti pubblici, riguarda solo nove navi in Francia, anche se hanno un impatto ambientale sproporzionato: enormi reti che catturano le specie oceaniche più vulnerabili, pescandone più di 100 anche a rischio d’estinzione, per poi rigettarle, morte, nuovamente in mare. Questa pesca industriale devasta il patrimonio naturale rimuovendo i coralli antichi, che hanno il record di longevità nel regno animale vivendo fino a 2000 anni e che dovrebbero essere preservati come le mummie egiziane.
Presidente Hollande Le chiediamo di onorare la promessa di " eccellenza ambientale " che ha promesso ai francesi e di porre fine alla deforestazione degli oceani profondi che vergogna lo stato francese.
Le chiediamo di supportare completamente la proposta di bando alla pesca a strascico degli oceani profondi. »

firma

Indirizzato al Presidente della Repubblica francese M. François Hollande

Partager avec votre réseau

   

 Condividi questa petizione
B_facebookB_twitter